23/03/2016 Opzioni di stampa della relazione

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Opzioni di stampa della relazione: l’utente può ora definire le sezioni da inserire nella relazione di calcolo; l’opzione consente di snellire quindi il documento finale nei casi in cui l’utente lo richieda.
  • Bug fixing e small improvements

09/03/2016 Miglioramento della gestione dei vincoli di trave e salvataggio del processo di ottimizzazione

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Migliorata l’ottimizzazione del modello: l’utente può ora decidere di modificare definitivamente il modello in seguito al processo di ottimizzazione
  • Modificata la gestione dei vincoli di trave: l’utente può ora modellare elementi trave non interamente appartenenti al solaio
  • Migliorata la definizione delle pareti estese al solaio: l’utente può ora definire pareti per punti geometricamente più complesse
  • Bug fixing and small improvements

 

26/01/2016 Connettori Würth

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Connettori Würth: l’utente può ora usufruire di un più ampio catalogo di connettori. Sono stati aggiunti: chiodi lisci, chiodi ad aderenza migliorata, viti e cambrette prodotti da Würth
  • Calcolo del momento plastico delle viti: l’utente può ora scegliere di calcolare il momento plastico delle viti secondo le formule da Eurocodice (EN 1995 1-1) oppure di sfruttare i valori forniti dal produttore
  • Bug fixing and small improvements

 

19/01/2016 Verifica a instabilità delle travi

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Verifica a instabilità delle travi: l’utente può ora definire in maniera semplice e veloce i vincoli laterali delle travi, sia in legno che in acciaio, nonché tutti i parametri necessari alla verifica a instabilità dell’elemento
  • Visualizzazione dei carichi concentrati: è ora possibile visualizzare i carichi concentrati sulle travi in maniera differenziata rispetto ai carichi distribuiti
  • Verifica secondo gli Eurocodici e Annessi Nazionali: l’utente può ora scegliere di eseguire le verifiche anche secondo gli Annessi Nazionali di Austria, Germania, Regno Unito e Finlandia
  • Bug fixing e small improvements

 

Il significato del coefficiente di fessurazione kcr

Il coefficiente kcr (cracking factor) è stato introdotto per tener conto dell’influenza delle fessurazioni negli elementi lignei. Quindi, nel caso di sezione rettangolare, la tensione va calcolata considerando una larghezza efficace dell’elemento ridotta tramite il coefficiente di fessurazione kcr; si veda a tal proposito il p.to 6.1.7 UNI EN 1995-1-1: 2014.

Nel caso di sezione rettangolare, la tensione va calcolata considerando:

T = 1,5 V / (kcr b h)

A fronte di questa riduzione della base dell’elemento vi è stata la rielaborazione dei profili caratteristici sia per il legno massiccio a sezione rettangolare (UNI EN 338) che per il legno lamellare incollato (UNI EN 14080: 2013).

Read More

11/12/2015 Ottimizzazione della velocità di analisi e miglioramento nella gestione delle pareti estese

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Ottimizzazione per processori multicore: grazie all’ottimizzazione le perfomance sono notevolmente migliorate incrementando la velocità di analisi fino al 200%.
  • Gestione delle pareti estese semplici: è ora possibile visualizzare i punti iniziale e finale in sommità alle pareti estese al solaio. L’utente può ora definire il modello geometrico della struttura in maniera più agevole.
  • Bug fixing and small improvements: è stato modificato il coefficiente di sicurezza nel calcolo della resistenza dei connettori delle pareti in XLAM giuntate. È ora possibile visualizzare, anche nelle tabelle di sintesi, la deformazione istantanea di ciascuna trave per singolo carico (G1, G2, etc.). È stato migliorato il calcolo dei solai in XLAM e le verifiche a taglio delle pareti intelaiate.

 

25/11/2015 Miglioramento della gestione dei vincoli di piano

Nell’ultima versione del software sono state aggiunte nuove funzionalità:

  • Gestione degli impalcati da utente: l’utente può ora editare manualmente i vincoli di piano della struttura. È infatti possibile usufruire della gestione automatica degli impalcati oppure assegnare i singoli solai a differenti vincoli di piano.
  • Bug fixing and small improvements

 

Nuova marcatura CE del legno lamellare

Con la fine del periodo di coesistenza, a partire dall’08.08.2015, il legno lamellare deve essere marcato CE in accordo con la norma EN 14080:2013: cambiano sia le prescrizioni riguardanti la produzione del legno lamellare incollato che del legno massiccio incollato. I cambiamenti riguardano non solo le esigenze di produzione ma anche le classi di resistenza e i profili prestazionali: il progettista dovrà quindi scegliere la corretta classe di resistenza degli elementi portanti in legno.

Read More