INTERFACCIA GRAFICA

L’interfaccia grafica 3D consente un’implementazione rapida ed efficiente del modello strutturale.

 

VISUALIZZATORE 3D ED INTEROPERABILITA’ BIM

Il visualizzatore 3D permette la vista estrusa degli elementi per un maggior controllo sulla modellazione e l’interoperatività BIM grazie allo standard IFC garantisce una maggiore efficienza e produttività.

 

ARCHIVIO MATERIALI LIGNEI

Il software mette a disposizione dell’utente ampi cataloghi contenenti le caratteristiche fisico-meccaniche e geometriche degli elementi lignei da costruzione nonché i profili stratigrafici dei pannelli XLAM dei principali produttori (Binderholz, Stora Enso, KLH, LENO, Mayr Melnhof, Rubner Holzbau, XLAM Dolomiti, Essepi, Diemme Legno, L.A. COST).

 

ARCHIVIO CONNESSIONI

L’utente, oltre a poter definire le proprietà della connessione, può usufruire dei cataloghi messi a disposizione dal software (Rotho Blass, Heco, Würth).

Tra le tipologie di connettori l’utente può scegliere: chiodi lisci, chiodi ad aderenza migliorata, chiodi anker, cambrette, viti e viti a tutto filetto.

Tra le tipologie di ancoraggio può scegliere: hold-down semplice e doppio, piastra e nastro forato in trazione, angolare legno-cemento, angolare legno-legno, piastra e nastro forato a taglio.

 

 

DEFINIZIONI DELLE PARETI

Il software guida l’utente nella definizione delle proprietà geometriche e meccaniche delle pareti XLAM (CLT) e della pareti a telaio (Platform frame).

 

 

DEFINIZIONI DEI SOLAI

Il software guida l’utente nella definizione delle proprietà geometriche e meccaniche dei solai: a travetti, a lamellare sdraiato e dei solai in XLAM.

 

 

DEFINIZIONE DELLE CONNESSIONI A TAGLIO E A TRAZIONE

L’utente può definire in maniera semplice e intuitiva le connessioni a taglio e a trazione, di base e di interpiano.

 

 

DEFINIZIONE DEI GIUNTI DELLE PARETI XLAM

Il software guida l’utente nella definizione e nella scelta dei giunti delle pareti in XLAM (CLT).

 

GENERAZIONE AUTOMATICA DEI CARICHI

Il software genera automaticamente i carichi agenti sulla struttura: neve, vento e sisma in accordo alla Normativa vigente e in funzione della geolocalizzazione del sito. L’utente, attraverso una procedura guidata, è chiamato a scegliere i parametri caratterizzanti le sollecitazioni.

 

ANALISI SISMICA

Il programma esegue l’analisi sismica della struttura mediante:

  • analisi statica lineare
  • analisi modale, utile strumento per verificare l’impostazione strutturale dell’edificio, consente di visualizzare i modi di vibrare della struttura e i corrispondenti periodi
  • analisi dinamica lineare: consente di analizzare gli edifici mediante l’analisi dinamica con spettro di risposta

Il software calcola in automatico le rigidezze delle pareti tenendo conto anche del contributo delle connessioni.

 

 

ANALISI PER CARICHI VERTICALI E VENTO

Il software esegue l’analisi dell’intera struttura soggetta ai carichi non sismici (carichi verticali gravitazionali e vento), generati in maniera automatica per ciascuna combinazione di carico prescritta da Normativa.

 

CALCOLO DELLE COPERTURE

Il software consente la modellazione di solai inclinati, eseguendo il calcolo e la redistribuzione automatica dei carichi agenti sui travetti i quali possono avere qualunque inclinazione all’interno del piano di falda.

 

VERIFICHE

Il programma esegue le verifiche, sia statiche che sismiche, di tutti gli elementi costituenti la struttura:

  • pareti XLAM (Crosslam) e i relativi giunti se presenti
  • elementi costituenti le pareti intelaiate (platform frame): verifica del telaio e dei pannelli laterali
  • connessioni: hold-down, angolari metallici, piastre forate e nastri forati, viti, chiodi e cambrette
  • travi e pilastri in legno
  • solai in legno: in XLAM, a travetti e a lamellare sdraiato

 

VERIFICHE DI VIBRAZIONE DEI SOLAI

Il programma esegue le verifiche di vibrazione dei solai (solai a travetti, solai in XLAM e solai in lamellare sdraiato). La verifica viene svolta in modo molto accurato, elemento per elemento, considerando di volta in volta l’effettivo schema statico e controllando la frequenza fondamentale di vibrazione f1. Sulla base del valore della frequenza f1 vengono poi eseguite le seguenti verifiche:

  • criterio di rigidezza (deformazione sotto un carico statico concentrato con intensità pari ad 1 kN)
  • criterio di accelerazione (per frequenze f1 inferiori od uguali a 8 Hz)
  • criterio di velocità (per frequenze f1 maggiori di 8 Hz, punto 7.3 norma UNI EN 1995-1-1)

 

 DEFINIZIONE E VERIFICHE DEGLI ELEMENTI IN ACCIAIO

Il programma esegue le verifiche di travi e pilastri in acciaio per qualunque classe di appartenenza della sezione trasversale. Il programma mette inoltre a disposizione dell’utente un archivio contenente le caratteristiche dei profili IPE, HEA, HEB e HEM.

VERIFICA A INSTABILITÀ DELLE TRAVI

Il programma esegue le verifiche a instabilità laterale delle travi in legno e in acciaio. L’utente può definire in maniera guidata e veloce i vincoli laterali nonché tutti i parametri necessari alla verifica dell’elemento.

 

VERIFICHE IN CONFORMITÀ A DIFFERENTI STANDARD NORMATIVI

Il programma esegue le verifiche in conformità ai seguenti Standard Nazionali:

 Norme Tecniche Italiane 2008

e agli Eurocodici con i seguenti Annessi Nazionali:

 EC, versione internazionale

 NA Austria

 NA Cipro

 NA Germania

 NA Finlandia

 NA Regno Unito

 NA Bulgaria

 NA Danimarca

 NA Estonia

 NA Francia

 NA Lettonia

 NA Lituania

 NA Norvegia

 NA Portogallo

 NA Spagna

 NA Svezia

 NA Svizzera

 

LINGUE SUPPORTATE

L’utente ha la possibilità di scegliere tra le seguenti lingue per l’utilizzo del programma e la stampa della relazione di calcolo:

  Italiano

  Inglese

 Greco

RELAZIONI DI CALCOLO

Il programma genera in automatico una relazione di calcolo in formato Word.

Relazione di calcolo edificio in XLAM

Relazione di calcolo edificio a pareti intelaiate

Estratto della relazione di calcolo – Analisi dinamica

Estratto della relazione di calcolo – Vibrazioni dei solai

IMPORT & EXPORT DI DISEGNI IN FORMATO AUTOCAD DXF

Il programma consente l’importazione di disegni in formato DXF, facilitando la definizione geometrica del modello strutturale. Il software consente inoltre l’esportazione di disegni in formato DXF, definendo, per i diversi livelli, la disposizione in pianta delle pareti strutturali con l’identificazione delle stesse nonché della tipologia di connessione a trazione e taglio utilizzata. Tale funzione è particolarmente utile per la verifica del progetto e come base per la realizzazione dei disegni esecutivi.

Esempio di stampa DXF – Pianta e connessioni